Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Un duopolio anche per il cinema?

Nel settore dell’esercizio cinematografico si profila un duopolio: The Space (Benetton-Mediaset) e UCI hanno portato a termine, negli ultimi mesi del 2010, acquisizioni di multisale che portano i due circuiti a controllare quasi il 50% degli schermi italiani. La posizione dei due circuiti nel mercato audiovisivo, però, è totalmente differente. UCI non ha rapporti con produttori e distributori. The Space è controllata al 49% da Medusa, ovvero dal primo distributore sul mercato nazionale, collegata a uno dei due poli televisivi del digitale terrestre, Mediaset, attiva sia nella tv free che in quella premium, mercato nel quale i film sono uno dei contenuti "pregiati". Un’Autorità Antitrust avrebbe dovuto aprire da tempo un’istruttoria per verificare se le acquisizioni di The Space possano restringere la concorrenza tra i distributori. La risposta finale può anche essere negativa, ma l’istruttoria dovrebbe essere obbligata. Dovrebbe… 

  • Gabriele |

    Mediaset, la sperimentazione gratuita sul 58 rende il 6% di share
    Sono trascorsi ormai 6 mesi da quando Mediaset ha iniziato le “sperimentazioni” sul canale 58 del dividendo digitale, era il 23 Agosto 2010.
    Stando al regolamento delle telecomunicazioni dopo 6 mesi bisognerebbe terminare le “sperimentazioni” e produrre una relazione sul lavoro svolto, per il testo unico della TV 109/2007 art. 34 http://www2.agcom.it/provv/d_435_01_CONS_reg_coord.htm bisognerebbe anche aprire la sperimentazione a soggetti terzi o far valutare la nuova posizione da un organo anti-trust.
    Ora non conosco bene cosa Mediaset stia ancora sperimentando, è rimasto poco di HD e non si è mai visto il 3D, in compenso adesso Mediaset usa il mux sul canale 58 per trasmettere delle repliche e delle copie dei propri programmi per aumentare la copertura nel territorio.
    Ad esempio il programma Boing, tanto caro ai bambini, è rimasto oscurato per diversi mesi in Lombardia a causa di uno switch-off gestito malamente (il segnale è incompatibile con le antenne presenti): adesso questo canale Boing è trasmesso dentro al mux sperimentale 58 per la gioia di tutti i bambini che possono tornare a vederlo.
    Una gioia anche per Mediaset che ha appena informato:
    ” Il fiore all’occhiello, per il gruppo Turner, è indubbiamente Boing: nonostante lo scenario sempre più competitivo del dtt e i problemi accusati in Lombardia con lo switch off, il canale in joint venture con Rti Mediaset resta l’ottavo più seguito sul totale individui, “con picchi di ascolto che hanno sfiorato, in alcune fasce orarie, il 5-6%”.
    Boing sul canale “sperimentale” 58 non porterà vantaggi per Mediaset? E’ possibile che nella sperimentazione rientri un canale “quotato” nell’auditel che rende il 5-6% di share? Con 50 milioni per punto di share parliamo di 250-300 milioni di euro!
    Quante altre TV ci sono con problemi di “farsi vedere” e vorranno sperimentare anche loro il canale 58? Oppure una sperimentazione è “per sempre”?

  • Angelo Zaccone Teodosi |

    Pais tropical…

  • benedetto |

    Se mio nonno aveva cinque palle dovrebbe essere considerato un flipper?

  Post Precedente
Post Successivo