Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Abracadabra, il credito d’imposta non c’è più

"Il credito d’imposta per il cinema nazionale? Sta in una botte di ferro, è stato inserito nella Finanziaria da una mozione bipartisan voluta da Gabriella Carlucci e Bordon…e poi sta nella cultura del centro-destra ancor più che in quella del centro-sinistra una misura del genere".  E’ questa la sintesi delle dichiarazioni del presidente dei produttori Riccardo Tozzi sullo speciale del Sole per il Festival di Cannes. Riccardo, peraltro, è uno dei migliori ma…

Il credito d’imposta è stato in larga parte abrogato dal decreto che ha abolito l’ICI sulla prima casa.

Adesso, le associazioni, Anica, Agis, Api devono attaccarsi alla corda con la quale li stanno impiccando e "accogliere con fiducia" le rassicurazioni del ministro Bondi sul ripristino del tax credit in sede di conversione in legge del decreto.

Sono stati tagliati, con l’occasione, anche i fondi straordinari per la banda larga, il digitale terrestre e per le sale cinematografiche contenuti nella Finanziaria 2007.

Bene, bravi, bis.