Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Avvocatura di Stato, giornali e caso Europa 7

Nulla di illegittimo, s’intende. Intere pagine della memoria dell’Avvocatura di Stato davanti al Consiglio di Stato, che dovrà decidere sul caso Europa 7, riprendono la memoria di Mediaset. Le tesi sono simili, la ricostruzione delle norme che regolano il sistema televisivo anche. Nel metodo, l’Avvocatura ci fa una brutta figura: può esservi coincidenza di tesi ma copiare interi paragrafi e, addirittura, intere pagine…Nel merito, diverse tesi e interpretazioni dell’Avvocatura sono discutibili.

C’è un altro problema. Chi ne ha parlato? Quanti italiani ne sono informati? La notizia è oggettivamente notevole, sia per il "copiato", sia per la causa in sè, che arriva dopo la sentenza della Corte di giustizia europea, che, in risposta a dieci quesiti del Consiglio di Stato, ha sottolineato come le direttive comunitarie sulle comunicazioni elettroniche siano in contrasto con le regole nazionali sull’assetto delle frequenze.

Chi ne ha parlato? Pochi: l’Unità, chi vi scrive sul Sole 24 Ore, poi, il giorno dopo, Italia Oggi, Il Manifesto, ancora l’Unità. Eppure, La Repubblica e Il Corriere della Sera le memorie le hanno avute. I telegiornali non hanno speso un solo secondo sulla vicenda. Silenzio.

Attendiamo ora la decisione con la quale il Consiglio di Stato dovrà decidere sulle richieste di Europa 7 (frequenze e risarcimento, nell’ordine), alla luce della sentenza della Corte di Giustizia. Se ne parlerà ancora, insomma. Speriamo vi siano più partecipanti alla discussione.

  • Smithg705 |

    Hey there, You have done a great job. I’ll definitely digg it and personally recommend to cdakeccaakedecba

  Post Precedente
Post Successivo